fbpx

testata

Vota questo articolo
(6 Voti)

GRACE PATRICIA KELLY - BUON COMPLEANNO PRINCIPESSA In evidenza

Nel giorno della sua nascita, omaggio a Grace Patricia Kelly, nota come Principessa Grace o anche come Grace di Monaco. Attrice e Modella statunitense naturalizzata monegasca.

Grace Kelly nacque il 12 novembre 1929 a Filadelfia, in Pennsylvania, figlia terzogenita di John Brendan Kelly Senior e Margaret Katherine Maier, sorella di John Brendan Jr., Margaret Katherine ed Elizabeth Anne.

01

La sua famiglia, di origine irlandese, era una delle più importanti della città, di osservanza saldamente cattolica. A Grace e ai suoi fratelli venne impartita un’educazione basata su solidi principi del cattolicesimo, principi che saranno in seguito il collante dell’unione tra Grace e il Principe Ranieri.
Suo padre fu un industriale facoltoso, arricchitosi attraverso la propria fabbrica di mattoni, vincitore di tre medaglie d’oro in tre Olimpiadi nella specialità del canottaggio singolo e a due; suo fratello John Junior, detto Jack, seguì questa tradizione.
La strada numero 76 di Filadelfia, la nota Kelly Drive è intitolata a quest’ultimo, che fu membro del consiglio comunale.
Si racconta che a stimolare il lato artistico della giovane Grace fu lo zio paterno George Kelly, commediografo vincitore di un premio Pulitzer.
La madre Margaret Maier nacque a Filadelfia da genitori di origine tedesca. Giovane modella, aveva studiato Educazione fisica alla Temple University conseguendo la laurea nel 1921 e, professoressa universitaria, divenne la prima donna ad allenare squadre femminili sportive all’Università della Pennsylvania.
Secondo tutti i biografi, comunque, il vero eroe di Grace era il padre di origine irlandese, John Kelly: bellissimo, carismatico e vincente, fu per sempre il punto di riferimento di Grace.
Grace è stata una celebre star hollywoodiana, vinse l’Oscar alla miglior attrice per la pellicola La ragazza di campagna nel 1955. L’anno seguente, all’apice del successo, decise di abbandonare la carriera cinematografica per sposare il Principe Ranieri III di Monaco, divenendo Principessa consorte di Monaco.
Madre dei Principi Carolina, Alberto II e Stefania. Morì in un incidente stradale nel 1982 causato dallo sbandamento dell’auto da lei guidata in seguito alla perdita di conoscenza per un aneurisma cerebrale.
Nonostante la breve carriera, l’American Film Institute ha inserito Grace Kelly al tredicesimo posto tra le più grandi star della storia del cinema.

02

La sua carriera artistica nasce dal desiderio di diventare attrice, nonostante la contrarietà della famiglia si trasferisce a New York lì trova alloggio al Barbizon Hotel e diventa fotomodella. Nel 1947 siglò un contratto con l’Agenzia di moda Walter Thornton Model Agency; ma l’occasione si presentò quando recitando una parte della commedia The Torch-Bearers, di suo zio George Kelly, venne ammessa all’American Academy of Dramatic Arts diplomandosi nel 1949, ed a novembre dello stesso anno, all’età di diciannove anni, fece il suo debutto a Broadway nel dramma di August Strindberg “Il padre”, dove per la sua interpretazione vinse il Theatre World Award. Due anni più tardi riuscì a ottenere la sua prima parte nel film “14ª ora” (1951). Benché il suo ruolo fosse secondario, la sua performance venne immediatamente notata e già l’anno seguente fu scelta per affiancare Gary Cooper nel western “Mezzogiorno di fuoco” (1952). Il film successivo fu “Mogambo” (1953), un dramma ambientato nella giungla del Kenya e incentrata sul triangolo amoroso tra l’attrice Grace Kelly, Clark Gable e Ava Gardner. L’interpretazione fece guadagnare a Grace Kelly la candidatura all’Oscar come miglior attrice non protagonista.
In seguito interpretò tre film con la regia di Alfred Hitchcock: “Il delitto perfetto” (1954), “La finestra sul cortile” (1954) e “Caccia al ladro” (1955). Hitchcock era solito scegliere la propria protagonista con una cura quasi maniacale, favorendo così la carriera di molte attrici di Hollywood. Celebri sono le sue collaborazioni con star bionde come Ingrid Bergman, Joan Fontaine, Doris Day e Kim Novak. Probabilmente però, nessuna di loro riuscì a conquistare la stima del regista quanto Grace Kelly.
Bellissima ed elegante, la donna colpì immediatamente Hitchcock, perché incarnava alla perfezione il suo ideale femminile al cinema. Secondo il regista infatti, la bellezza e il portamento di Grace trasmettevano un senso di mistero che era assente in molte altre star di Hollywood. Come dichiarò a François Truffaut, Hitchcock vedeva in Grace una sensualità sfuggente e imprevedibile. A differenza di attrici come Marilyn Monroe, Sophia Loren e Jayne Mansfield, in Grace la sensualità appariva indiretta, non ostentava erotismo, ma lo nascondeva dietro una maschera di freddezza e distacco.
A tal proposito, per descrivere questa dicotomia il regista coniò l’efficace ossimoro “ghiaccio bollente”.
Secondo Hitchcock infatti, anche la sensualità aveva un ruolo importante nel gioco della suspense: voleva che le personalità dei suoi personaggi femminili fossero ricche di misteri e sorprese, esattamente come le storie che portava sullo schermo. Fu sul set di “Caccia al ladro”, girato nel Principato di Monaco, che Grace fece la conoscenza del futuro marito.
Nel 1955 vinse il Premio Oscar come miglior attrice protagonista per “La ragazza di campagna” (1954), prevalendo sulla favorita Judy Garland nel film “È nata una stella”.
Dopo il fidanzamento con Ranieri, l’attrice dovette interpretare altri due film per far fede agli impegni presi con la casa di produzione, prima del matrimonio. Nel film “Il cigno” (1956), interpretò una principessa al fianco di Alec Guinness e Louis Jourdan, un ruolo che assumerà, poco tempo dopo, anche nella realtà. La commedia musicale “Alta società” (1956) fu il suo ultimo film. Il suo matrimonio con il principe Ranieri III di Monaco, avvenuto il 19 aprile 1956, segnò il suo definitivo ritiro dalle scene cinematografiche.

03

Le nozze ebbero una vasta risonanza mediatica e negli anni seguenti la coppia divenne una presenza abituale nelle cronache mondane. Grace Kelly prese con molto impegno il suo ruolo di Principessa di Monaco e si adoperò per risolvere la crisi diplomatica tra la Francia e il Principato di Monaco del 1962.
Nel corso degli anni contribuì a rendere Monaco un luogo di élite, di fama e notorietà mondiale; di conseguenza Monte Carlo divenne una meta di vacanza, soggiorno e divertimento, ambito da molte celebrità, e anche lo sviluppo immobiliare fu molto intenso.
Nonostante il suo ritiro dal cinema, Grace non smise mai di ricevere copioni, che però puntualmente rifiutava. Nel 1962 Alfred Hitchcock le offrì la parte principale nel suo film “Marnie”; lei avrebbe accettato, ma la ragion di Stato glielo impedì, soprattutto a causa dell’ambiguo ruolo (una donna cleptomane) che avrebbe dovuto interpretare (il ruolo andrà poi a Tippi Hedren). Nel 1977 il regista Herbert Ross le offrì il ruolo di Deedee in “Due vite, una svolta” (interpretato poi da Shirley MacLaine), ma anche questa volta si trovò a non accettare di tornare sul set.
Più tardi, decise di tornare sul palco in una serie di letture e di poesie e con la narrazione del documentario “I ragazzi dell’opera”.
Grace Kelly e Ranieri III lavorarono insieme in un cortometraggio nel 1979 della durata di 33 minuti, chiamato “Rearranged”, del quale si cercò di fare un vero e proprio film di 90-100 minuti, grazie anche al contributo della ABC TV avvenuto nel 1982, dopo la sua prima realizzazione e uscita mondiale proprio a Monaco. Prima che altre scene potessero essere girate, Grace Kelly morì quello stesso anno e il film non fu mai reso pubblico o mostrato di nuovo. Ranieri III, a seguito della sua morte, non volle più che la pellicola, della quale erano già state girate scene per oltre un’ora, fosse poi fatta distribuire.

04

Grace Kelly rimane un’icona e simbolo mondiale di eleganza e bellezza. Mai dimenticata sia per il suo sfolgorante passato artistico sia per la sua storia personale molto simile a quella rappresentata nelle fiabe, senza dimenticare il suo stile inconfondibile fatto di grazia, charme e discrezione.

BUON COMPLEANNO PRINCIPESSA...

Maurizio Bartolini
Direttore Responsabile

05

 

* * * * * *all rights reserved unauthorized copying reproduction* * * * * *

Collegato a Truman TV International: https://trumantv.videogram.mc/truman-tv-international.html
Rubrica di Informazione ed Intrattenimento del Direttore Responsabile Maurizio Bartolini
Pour info et communications: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
WhatsApp: 329 62 37 408

Ph. et assemblage: Jimmy Olsen

New VideoGram - 44, boulevard d’Italie - Principauté De Monaco
Editore contenuti e prodotti mediatici, televisivi e radiofonici Truman TV e Truman Journal
CEO - Christine Montepilli

* * * * * *

Letto 10643 volte

Radiotruman TV

  • RadioTrumanTV nasce nel 1997 dalla collaborazione di un gruppo di artisti come una delle prime web radio in Italia. Editore: "New VIDEOGRAM" in Monaco (www.videogram.mc)

RadioTrumanLogo

Contatti

44, Bd d'Italie
Monaco, 98000
Principato di Monaco
Mobile: +33 607 939 657
radiotrumantv.com/
Videogram - Monaco - Editore di TRUMAN TV - RADIOTRUMAN TV - TRUMAN Journal 
Montepilli Communications & Promotions Principato di Monaco (www.montepilli.mc
44 boulevard d’Italie - 98000 Principato di Monaco 
T. +33 607 939 657
    +377 99 90 27 48